info@deltafoto.it

Raduno Ferrari

Raduno Ferrari – Evento avvenuto nel comune di Segni in provincia di Roma il 27 Giugno 2017. Ospite di eccezione il campione Fabio Barone

Foto di Massimiliano Proietti

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”62″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_thumbnails” override_thumbnail_settings=”1″ thumbnail_width=”150″ thumbnail_height=”100″ thumbnail_crop=”1″ images_per_page=”100″ number_of_columns=”0″ ajax_pagination=”0″ show_all_in_lightbox=”0″ use_imagebrowser_effect=”0″ show_slideshow_link=”1″ slideshow_link_text=”[Modalità slideshow]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

Team Penning

Questa foto è stata pubblicata sulla rivista American West.

Quando si fotografano i cavalli bianchi o neri in una giornata di sole, l’esposizione della macchinetta potrebbe non darci i giusti risultati per vari motivi.

Sono situazioni da gestire in maniera manuale o al massimo regolando l’esposizione a priorità di diaframma, ossia dare stop di sotto o sovraesposizione.

In questo caso ho sottoesposto per evitare di bruciare il bianco, ricordando appunto che in post produzione le zone scure sono abbastanza recuperabili mentre le zone bruciate perdono ogni tipo di informazione.

T: 1/1000 sec. f/5,6

Consiglio: i cavalli neri prima di una gara sono veramente portati a lucido, è quindi necessario fare attenzione e controllare i primi scatti

 

Pattinatrice

Questa foto è stata scattata con il mitico Canon 70-200 f.2,8 che mi ha permesso di avere un tempo abbastanza veloce per lo scatto del soggetto in movimento.

T: 1/400 sec. – iso 640 – naturalmente f/2,8 e distanza focale 100mm

 

Cambio gomme

Anche questa foto fa parte dell’articolo “un’inquadratura diversa”.

La luce non era delle migliori visto che erano le 11.30 del mattino, ma lo scatto ha nell’insieme una bella atmosfera.

T: 1/160 – f/11

A bordo pista 3

Panning impostato a 1/100 sec. –  f-11 – iso 100

A bordo pista 2

Foto scattata con tecnica panning a 1/80 sec.

A bordo pista 1

Un’inquadratura più stretta del solito dove sono ben visibili i dettagli della tuta del motociclista.

Con una distanza focale di 70 mm, ho impostato  su 1/800 sec. per avere un tempo abbastanza veloce di sicurezza, anche se il soggetto era seguito come se stessi scattando un panning, ma sapevo che l’effetto non era importante per via della stretta inquadratura. F/5  – ISO 200.

 

Un buon panning

Effetto panning

Fotografare  soggetti in movimento e  seguire con la fotocamera il movimento del soggetto inquadrato. Così facendo,  otterremo una foto in cui il soggetto in movimento risulterà ben definito, mentre lo sfondo sarà mosso.

Grazie a questa tecnica otteniamo immagini estremamente dinamiche come si vede dalla foto a centro pagina, ma veniamo alle impostazioni della nostra fotocamera.

Io imposto la modalità manuale per avere tutto il controllo, la messa a fuoco è continua scegliendo il punto che ci interessa di più e disabilito la stabilizzazione che potrebbe creare problemi, volendo si può tenera la stabilizzazione sulla seconda posizione, cioè soltanto sul verticale.

Il panning si può fare a mano libera, ma con obiettivi di un certo peso aiuta senza dubbio un monopiede, bisogna conoscere bene il movimento e le traiettorie del soggetto, posizionarsi in modo che ruotando il nostro bacino ci troveremo perpendicolari al soggetto proprio nel momento che ci interessa.

Quindi facciamo l’esempio in foto:

Il tempo di scatto è di fondamentale importanza, dobbiamo regolarlo in base anche allo sport che fotografiamo, chiaramente sarà un tempo lento ma diverso se si fotografa un cavallo al galoppo o una moto in corsa (nella foto è stato usato 1/100 sec.)

Ho ruotato verso destra il bacino e ho agganciato il soggetto per sincronizzarmi con la velocità della moto, ho iniziato a scattare poco prima che la mia posizione fosse perfettamente frontale ed ho continuato ad inseguire anche quando ho smesso di fotografare per avere un movimento fluido fino alla fine.

Il tempo di scatto lento ci porta ad essere leggeri nel momento dello scatto per non avere vibrazioni visibili.

Questa seconfa foto è stata scattata con un tempo più veloce, 1/200 sec, ed infatti lo sfondo  dietro al soggetto è un pò più visibile che nella prima immagine.

Bisogna quindi conoscere bene quello che si fotografa, nel caso di gare motociclistiche o automobilistiche in circuito abbiamo più opportunità per fare degli aggiustamenti perchè i soggetti sono tanti e passano diverse volte davanti a noi, ma è bene conoscere il più possibile quello che si fotografa, può capitare di avere poche occasioni, nei rally per esempio, ogni soggetto passa una sola volta davanti a noi e se si sbaglia abbiamo perso la foto di quel soggetto.

Internet aiuta molto ad essere informati.

La fotografia ha sempre bisogno di allenamento, ma il panning richiede veramente tante e tante prove fino a raggiungere buoni risultati.

Si può provare anche giornalmente con vari soggetti, dalle auto alle moto, dal treno ai cavalli al galoppo nei prati, anche una bicicletta può diventare una buon soggetto per prendere pratica con l’effetto Panning.

Dressage 1

Le foto di questa gallery (Campionati Europei di Completo) sono state pubblicate sulla rivista Uomini&Business in un articolo dedicato alla disciplina del Dressage.

[nggallery id=12]

 

Foto moto 3

Foto scattata da bordo pista del circuito di Vallelunga